Theme Park Imagineer

9 Aprile 2019
Direzione Creativa

Gianluca si occupa della progettazione creativa ed artistica di parchi divertimento e di singole attrazioni sparse per il mondo, dall'alto contenuto emozionale, volte ad immergere in mondi meravigliosi.

Show

Dai grandi Show agli eventi di piazza fino agli spettacoli indoor e outdoor nei theme park, non ci sono limiti alla fantasia! Regalare emozioni uniche in un battito di ciglia per momenti indimenticabili.

Emozioni

Perché, al di là del lavoro, Gianluca non smette mai di emozionarsi per quello che fa: con un approccio sempre nuovo il suo l'obiettivo è creare sogni tangibili e memorabili coinvolgendo il pubblico in esperienze sempre nuove

Gianluca Falletta è un creativo italiano, specializzato, anzi, focalizzato al mondo dell’entertainment e dell’amusement.

Considerato l’unico imagineer italiano, dopo "l'apprendistato" presso Filmmaster Events, una delle più importanti agenzie di eventi al mondo, Gianluca si occupa di creare ride e parchi di divertimento a livello internazionale e ha partecipato allo start-up dei nuovissimi parchi italiani Cinecittà World e Luneur Park cercando di unire i concetti di narrazione, creatività con l'esigenza di offrire esperienze innovative e immersive per il pubblico.

La parola Imagineer, coniata dalla Alcoa Corporation e resa celebre dalla Walt Disney Company, nasce dalla crasi di Imagination e Engineering, vale a dire immaginazione e ingegneria.

Chi fa questo lavoro è certamente un sognatore, ma con le basi solide e l’attenzione minuziosa di un ingegnere. Un artista talentuoso ma anche efficiente lavoratore in grado di trasferire la fantasia in un mondo reale fatto di materiali solidi e concreti.

Chi fa questo mestiere lavora in un ambiente poliedrico, dove tutte le varie arti finiscono per fondersi tra loro, dando vita ad una interdisciplinarità che, se da un lato viene spontanea, dall’altro viene fortemente stimolata.; tuttavia quando il termine "Imagineer" fu coniato da Disney l'obiettivo era quello di descrivere il suo team di sviluppo come un ente omogeneo e funzionale in cui le diverse skill tecniche e artistiche si fondono insieme.

Chi lavora in questo settore si occupa di tutti i processi interni dell’azienda, dalla tematizzazione alla musica, dagli show all'offerta per gli ospiti, dai menu del food fino alla scelta del merchandising: gli Imagineers non si occupino solo della progettazione di nuovi parchi a tema ma anche di tutte le strutture complementari al parco divertimenti, mantenendo una coerenza creativa in tutti i suoi aspetti e un "look & feel" univoco e riconoscibile.

Tra le creazioni di Cinecittà World che ha maggiormente amato ci sono Darkmare (ora Inferno), un roller coaster indoor tematizzato – anzi videomappato – con l’Inferno di Dante Alighieri, l’area Kids “Sognolabio”, con la sua tematizzazione a tema steampunk realizzata con la Zamperla S.p.A. e, ovviamente, Altair CCW-0204, un “ten inversion coaster” racchiuso all’interno di una nave stellare, moderna Arca di Noè galattica.

In Cinecittà World, sotto la guida strategica di Francesco Giustino, ha potuto lavorare con alcuni dei creativi più illuminati d’Europa e condividere le proprie idee con leggende viventi come il tre volte premio Oscar, Dante Ferretti.

Nel progetto Luneur Park, il più antico tra i parchi divertimento Italiani curando tutta la creatività, la tematizzazione e lo storytelling del nuovo parco divertimenti di Roma, Gianluca ha potuto spaziare nei meandri della sua fantasia, creando numerose “attrazioni” inedite per il suo Giardino delle Meraviglie (tra le quali Banzai, Lunasfera, Draco Arena, Il Sentiero degli Elfi e MagiCirco) e “mettendo le mani” su leggendarie giostre vintage, veri monumenti per la Capitale, come la Grande Ruota Panoramica, il Brucomela (il primo prototipo di worm coaster al mondo), il Jumbo e la Giostra Cavalli di Re Artù.

Recentemente Gianluca Falletta ha creato il brand Hel, Horror Experience Live, un marchio che si occupa di creare, realizzare e tematizzare Haunted House walktrough con un format del tutto nuovo atto a “trasformarsi” in diverse tematizzazioni (dalla Casa di Bathory, ad un Circo Freak, da un Manicomio abbandonato a l’appartamento di un serial killer) per offrire esperienze diverse e venire incontro alle esigenze di clienti e agenzie.